SPECIALE DIFESA

Nuovi erbicidi per le orticole

Tre le novità dell’agrochimica presentate al Forum di Medicina vegetale. Torna l’attenzione sul diserbo in preemergenza. Per il biologico una soluzione per il controllo di chiocciole e limacce

Fedor®, erbicida in pre-emergenza di Bayer CropScience, Lentagran®, erbicida selettivo di contatto a rapida azione di Belchim Crop Protection, e Alcanse, erbicida in pre-emergenza di Sipcam: sono le novità per il diserbo chimico delle colture orticole presentate dalle società agrochimiche alla 24ª edizione del Forum di Medicina vegetale di Bari. Insieme con i nuovi diserbanti è stata proposta da Certis un’esca lumachicida, Sluxx®, per il controllo biologico di chiocciole e limacce su ortive, floreali, ornamentali e vivai.

Bayer CropScience

Bayer CropScience ha proposto Fedor®, a base di flufenacet (420 g/kg) e metribuzin (140 g/kg), registrato su pomodoro e patata con classificazione tossicologica Xn e ambientale N, i cui vantaggi operativi sono: ampio spettro d’azione, perfetta compatibilità con eventuali partner per l’ottimizzazione del trattamento, assenza di polveri grazie alla moderna formulazione in granuli idrodisperdibili (WG), semplicità di dosaggio e utilizzazione. Attivo contro graminacee e dicotiledoni, Fedor® agisce sui semi in germinazione e sulle plantule per assorbimento radicale e fogliare. Si caratterizza per avere due distinti modi di azione: inibizione della divisione cellulare e inibizione della fotosintesi.

Su pomodoro l’epoca d’impiego è 7-14 giorni prima del trapianto, alla dose di 1-1,2 kg/ha. Su patata l’epoca d’impiego è in pre-emergenza/post-rincalzatura, alla dose di 1-1,2 kg/ha.

Belchim Crop Protection

L’ampio numero di colture autorizzate, la flessibilità d’impiego, l’attività di completamento e integrazione delle strategie di diserbo sulle colture, l’ampia etichetta sulle colture minori: sono i punti di forza di Lentagran® (pyridate 45%), un erbicida selettivo di contatto a rapida azione proposto da Belchim Crop Protection contro le infestanti dicotiledoni su numerose colture orticole, con formulazione WP (polvere bagnabile) e classe tossicologica Xi.

Lentagran® è registrato su aglio, cipolla, scalogno, erbe fresche, papavero, cece, lenticchia, pisello, fagiolo, asparago, porro, carciofo, cavoli. Agisce su infestanti chiave come: Amaranthus retroflexus, Solanum nigrum, Abutilon theophrasti, Chenopodium album, Picris echioides, Anthemis arvensis, Calendula arvensis, Galinsoga parviflora, Mercurialis annua, Diplotaxis erucoides, Carduus pycnocephalus e altre.

Su asparago il posizionamento è in post-raccolta, alla dose di 0,5-1 kg/ha, al massimo 2 kg/ha, ma è applicabile anche su semenzaio e nuovi impianti. Su cece e lenticchia il posizionamento è in post-emergenza precoce, a 4-6 foglie vere e 5-7 cm di altezza, alla dose di 1-2 kg/ha: la coltura dev’essere in buono stato vegetativo. Su aglio, cipolla, porro e scalogno va utilizzato dopo la seconda-terza foglia vera con dosaggi frazionati. Sui cavoli va applicato in post-emergenza su infestanti con al massimo due foglie vere, o in un unico intervento da 2 kg/ha o in due interventi ciascuno da 1 kg/ha. Sulle erbe fresche (timo, rosmarino, menta, erba cipollina, foglie di sedano, foglie di finocchio, aneto, salvia, origano, prezzemolo, basilico) va adoperato, per la presenza di foglie tenere e delicate, con la necessaria cautela facendo ricorso a dosi basse e frazionate (a partire da 250 g/ha), effettuando eventualmente un test di selettività.

Sipcam

Infine Alcanse è un erbicida, in attesa di registrazione da parte di Sipcam, a base di pendimetalin (29,8%, 298 g/l) e clomazone (4,3%, 43 g/l) e formulato in micro capsule, per il diserbo in pre-emergenza delle principali colture orticole: patata (post-rincalzatura), carota, fagiolino, fagiolo, pisello, pisello proteico, favino, finocchio (pre-trapianto).

Pendimetalin, sostanza attiva della famiglia chimica dei nitroderivati, inibisce la germinazione dei semi e lo sviluppo dei germinelli, è efficace contro un ampio spettro d’infestanti graminacee e dicotiledoni, condiziona anche infestanti in stadio di plantula sino allo stadio di 1-2 foglie vere; clomazone (famiglia chimica: isossazolidoni) agisce sulle malerbe in germinazione e per assorbimento radicale (ha limitato assorbimento fogliare), è efficace contro un ampio spettro d’infestanti graminacee e dicotiledoni, controlla anche infestanti in stadio di plantula. 

Allegati

Scarica il file: Nuovi erbicidi per le orticole
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome