Dallo strame dei cavalli energia pulita

Uniconfort: Dal Veneto una caldaia a biomasse per le scuderie reali inglesi

Ha destato l’interesse della regina Elisabetta l’esperienza del British Racing School nel Suffolk, Inghilterra, dove dallo strame dei cavalli viene utilizzato per alimentare una caldaia che scalda le stalle ed i locali del maneggio.

Ha destato l’interesse della regina Elisabetta l’esperienza del British Racing School nel Suffolk, Inghilterra, dove dallo strame dei cavalli viene utilizzato per alimentare una caldaia che scalda le stalle ed i locali del maneggio. Al punto che ha deciso di rivolgersi a Uniconfort, l’azienda italiana che ha realizzato il progetto, per replicarlo nella nuova sede di Londra del King’s Troop, il maneggio dove si addestrano cavalli e cavalieri al servizio della famiglia reale.
Nel maggio 2011 Uniconfort, l’azienda veneta che progetta, realizza ed installa impianti alimentati da caldaie a biomasse solide e che si colloca tra le prime tre aziende del settore nel mondo, ha progettato e installato per la British Racing School di New Market, nel Suffolk (UK) una caldaia da 350 Kw in grado di alimentarsi con gli scarti della lettiera dei cavalli, composta da paglia, letame e segatura. La caldaia produce acqua calda a 95°C che alimentano il sistema di riscaldamento delle stalle.
E’ il primo caso al mondo di un impianto progettato per bruciare questo tipo di scarto che, solitamente viene smaltito a pagamento o, dopo opportune lavorazioni, utilizzato per produrre compost. “I nostri tecnici hanno saputo ottimizzare la resa di un materiale che inizialmente sembrava difficile valorizzare da un punto di vista della produzione di energia. – ha spiegato Davis Zinetti, Amministratore delegato di Uniconfort –Abbiamo lavorato nel nostro Ufficio ricerca e sviluppo studiando e testando questo materiale, che si presenta come molto umido, con una densità energetica molto bassa e con alto contenuto di ceneri che proprio per le sue particolari caratteristiche richiede accorgimenti ad hoc relativamente al sistema di alimentazione e al controllo della combustione”. Non solo. La macchina è stata dimensionata sulla base del quantitativo del materiale a disposizione e quindi per evitare che i gestori debbano integrare il combustibile acquistando biomasse sul mercato. “Energia termica pulita prodotta a costo zero – continua Zinetti - un ottimo esempio di filiera chiusa dove il cliente utilizza il proprio materiale per il fabbisogno termico e non spende nulla per smaltire lo scarto né per il suo trasporto. Siamo molto soddisfatti: si apre in questo modo un mercato nuovo per le caldaie a biomasse”.
Un’esperienza preziosa anche per il Maggiore Neil Cross, responsabile del King’s Troop, la prestigiosa scuderia reale a Londra, che si è rivolto a Uniconfort per applicare un impianto simile nel maneggio della Regina. “Creiamo una considerevole quantità di rifiuto organico che in precedenza veniva ceduto per produrre compost o per le lettiere dei funghi – ha dichiarato - Ora possiamo utilizzarlo per noi”. Nel corso del 2012 le scuderie si trasferiranno nella nuova sede di Woolwich, a nord di Londra. Un sito storico che in precedenza ospitava l’Artiglieria reale che si propone “ecofriendly”, dove il fiore all’occhiello sarà proprio la caldaia Uniconfort, che produrrà acqua calda e calore bruciando le lettiere dei cavalli: 120 splendidi esemplari che animano le parate e le manifestazioni della famiglia reale inglese. La caldaia scalderà le stalle, dimensionate per ospitare 170 animali, la scuola e il maneggio al coperto, il museo e altri edifici, producendo calore a costo zero e a emissioni zero.
Infine, un salto al di là dell’Oceano, nel Kentucky (US), in uno dei maneggi più grandi degli Stati Uniti dove lavorano oltre 250 persone. Anche nel Kentucky Horse Park Farm Uniconfort ha installato una caldaia che brucia gli scarti prodotti dalle stalle. Con un qualcosa in più. Lo stesso impianto genera anche energia elettrica pulita in quantità sufficiente per coprire la necessità della grande struttura e un eccesso, che viene venduto generando un guadagno. Infine, per chiudere il ciclo virtuoso, le ceneri prodotte da processo di gassificazione e combustione vengono utilizzate per fertilizzare la terra.

 

Per approfondimenti: www.uniconfort.com

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome