Il lampone, in forte e continua espansione

lampone
Serre per lampone
Dalla Campania esperienze di produzione in un settore in grande espansione in Europa

Il lampone, in natura, cresce tipicamente negli spazi aperti del bosco. La fioritura avviene tra maggio e giugno mentre il frutto, che è un aggregato di drupe, matura in tarda estate o inizio autunno.
Le capacità, attribuite dai miti greci ai lamponi, stanno trovando conferme dagli studi moderni. Infatti, queste bacche contengono alti livelli di vitamina C, magnesio e fino a dieci volte gli antiossidanti che ritroviamo nel pomodoro. Tutti questi elementi sarebbero essenziali per la fertilità e la gravidanza.
Commercializzazione in Europa
Il settore dei frutti di bosco, internazionalmente denominati dal termine anglofono “Berries”, è in forte e continua espansione. Insieme ai mirtilli, more, fragole e fragoline, di sicuro il lampone è l’attore principale di questo risultato sia nel settore del fresco che nel trasformato. In Europa, negli ultimi dieci anni, questi frutti sono stati i più redditizi tra tutte le categorie ortofrutticole
In attesa che nel 2018 in Bulgaria si svolga l’11° Congresso dell’International raspberry organization (Iro), che raccoglie 13 nazioni produttrici del 90% dei lamponi nel mondo, dove avremo aggiornamenti sulle serie storiche delle produzioni e commercializzazione del lampone nel mondo, oggi di sicuro le aree del Nord Europa sono quelle che consumano maggiore quantità di frutti di bosco. In particolare Regno Unito e Germania. Negli ultimi dieci anni le vendite sono aumentate del 132% solo nel Regno Unito ed in Europa i berries sono raddoppiati in termini di volume e valore. La frutta comune, invece, si è mantenuta stabile. Le previsioni per i prossimi anni sono molto floride. In particolare per i lamponi ed i mirtilli che saranno i prodotti più richiesti

Leggi l’articolo completo su Colture Protette n. 1/2017  L’Edicola di Colture Protette

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome