Ciclamino in vaso solo di alta qualità

ciclamino
ciclamino irrigato
La Floricoltura F.lli Tesse di Andria offre, attraverso il consorzio Floras, un prodotto eccellente per bellezza e compattezza

03«Il ciclamino, come ogni essenza floricola, può essere coltivato con diversi livelli di qualità, da quella “zero”, lasciando le piante crescere spontaneamente, ad altre più o meno intermedie fino a quella massima, provvedendole di ogni cura possibile. Per noi la scelta è stata sempre quest’ultima». Per Emanuele Tesse e Riccardo Asselta, titolari della Floricoltura F.lli Tesse ss agricola di Tesse Emanuele & C. di Andria, non poteva essere altrimenti perché sin dagli esordi hanno finalizzato l’attività dell’azienda florovivaistica alla produzione di piante in vaso capaci di distinguersi proprio per gli eccellenti requisiti qualitativi.
«Coltiviamo il ciclamino da più di 20 anni, in autunno non possiamo fare altro se non ciclamino o stella di Natale, se non vogliamo lasciare vuote le serre. Tuttavia per noi il ciclamino non è un riempitivo, anzi lo produciamo puntando al massimo della qualità, benché il margine di guadagno non sia alto, dato che il mercato spesso non apprezza e non paga la qualità. Purtroppo il mercato è infestato e rovinato da produttori che fanno una concorrenza spregiudicata comprimendo i costi a danno della qualità e offrendo un prodotto discreto a prezzi bassi. Non è facile resistere su un mercato così difficile e ingrato, però non vogliamo neanche rinunciare al nostro impegno per l’alta qualità».
Differenziare
le ordinazioni
L’impegno colturale per il ciclamino parte con la messa a dimora delle piantine, acquistate da aziende, italiane ed estere, specializzate nella loro produzione.
«Ci rivolgiamo a più aziende, comunque le migliori, ma diverse – afferma Tesse –. Differenziamo le ordinazioni per garantirci piantine della qualità più alta possibile, evitando o limitando al massimo ritardi di consegne o sviluppo di malattie rischiose come Fusarium spp. Ma prima ancora curiamo la scelta oculata delle varietà da coltivare, che devono essere belle, piene di fiori, sane. Per il ciclamino grande utilizziamo Halios® F1, una varietà che si adatta bene al clima mediterraneo, quindi è più semplice da coltivare, ed è disponibile in tanti colori, variabili secondo le mode: noi puntiamo in particolare sul rosso scarlatto e sul bianco puro, che vanno sempre bene, e su un mix di altri tre-quattro colori. Per il miniciclamino coltiviamo le varietà Metis® F1 e Tianis® F1, scegliendo cinque-sei colori su circa 20 disponibili».

Leggi l’articolo completo su Colture Protette n. 10/2016  L’Edicola di Colture Protette

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome