Piante fiorite, dare colore alla qualità

fiore
Ciclamino dei Vivai Tempesta
L’azienda florovivaistica Vivai Tempesta di Terlizzi (Ba) è specializzata nella produzione di piante fiorite in vaso per il mercato italiano e quelli europei

“Diamo colore alla qualità”: per Tommaso Tempesta, titolare dei Vivai Tempesta di Terlizzi (Ba), specializzati nella produzione di piante fiorite (mediterranee, perenni, annuali, sempreverdi, rampicanti, succulenti, da frutto) in vaso, più che uno slogan è una missione, in quanto, nella sua sinteticità, esprime i valori di cui l’azienda ha arricchito i suoi oltre 40 anni di storia: unire la bellezza del colore all’intrinseca alta qualità delle piante.
«Fin dal 1975, quando mio padre Francesco fondò i Vivai Tempesta con l’acquisto di un terreno di 2 ha per avviare la produzione di giovani piante di olivo, l’azienda ha interpretato la coltivazione delle piante con costante e tenace professionalità, volta a fornire ai clienti un prodotto di alta qualità agronomica, fitosanitaria ed estetica. Questa filosofia produttiva è alle fondamenta dell’azienda, ma l’ha permeata di sé ancora di più da quando, nel 1992, ha virato verso la produzione di piante fiorite, soprattutto mediterranee, in vaso, dai colori variopinti, la caratterizza ancora oggi e la contraddistinguerà pienamente sempre».
Un faro
Guidata dal faro dell’alta qualità, «necessaria per distinguersi in un mercato, locale, nazionale ed estero, sempre più competitivo», l’azienda è cresciuta gradualmente in consensi, clienti e metri quadrati, acquisendo nuovi terreni, 2 ha nel 1995 e 3 nel 2014, fino a raggiungere la superficie attuale di 7 ettari, un unico corpo costituito da serre e campi aperti.
«Un passaggio fondamentale per la crescita dell’azienda è stata la partecipazione nel 2004 al Salone internazionale delle piante Flormart di Padova, in cui abbiamo ottenuto vivi apprezzamenti da parte di numerosi visitatori. La conferma del raggiungimento di un alto livello professionale e qualitativo ci ha orientati sempre di più a commercializzare le piante fiorite in vaso in Italia e in Europa, affrontando senza timore le nuove sfide che il mercato ci impone. Oggi Vivai Tempesta è un’azienda florovivaistica moderna, gestita da me e mio figlio Francesco, basata su tre pilastri, qualità, ricerca e ambiente, e costantemente attenta alle esigenze e alle richieste della nostra clientela».
Fiorite in vaso
La produzione delle piante fiorite in vaso, fra le quali spiccano ciclamini, poinsettie (o stelle di Natale), dipladenie, garofani, lavande, viole, potunie, cinerarie, bocche di leone, dalie, gelsomini di notte, gerani comuni, campanule, cinerarie e gerbere, inizia con l’acquisto di “piante giovani” che vengono cresciute fino a ottenere un prodotto idoneo alla vendita.
«Perseguiamo la qualità delle nostre piante sin dall’inizio del processo produttivo attenendoci a semplici regole: la rigorosa selezione delle giovani piantine, il rispetto delle distanze ottimali di piantagione per un armonioso sviluppo della parte aerea, la cura dell’ambiente attraverso la riduzione o la rinuncia all’impiego di molti prodotti chimici, il ricorso a criteri innovativi per il benessere delle piante, l’impiego oculato di fertilizzanti e prodotti fitosanitari per non alterare l’attività microbiologica del terreno, il continuo monitoraggio dello stato di salute delle piante e la rigorosa prevenzione delle malattie».
Dei 7 ha aziendali, informa Tempesta, circa 3,5 sono coperti da serre, in ferro-plastica per la produzione di un’ampia gamma di piante fiorite da interno e in ferro-vetro per la coltivazione sia di giovani piante fiorite sia di piantine orticole (pomodoro, peperone, melanzana, brassicacee, ecc.) destinate al mercato locale per il successivo trapianto in campo aperto o sotto apprestamenti protettivi (serre, tunnel, campane, ecc.). La restante superficie è dedicata alla coltivazione in pieno campo di piante fiorite in vaso da esterno resistenti al freddo, come, ad esempio, la lavanda.
Serre riscaldate
«Le serre riscaldate consentono all’azienda di allargare il periodo di produzione di piante fiorite, destagionalizzando l’offerta, di avere una disponibilità costante nel tempo di prodotti da immettere sul mercato e di mantenere una uniformità quanti-qualitativa della produzione. Con una attenta programmazione della produzione, cioè dell’epoca di fioritura, riusciamo a valorizzare la nostra offerta individuando i calendari di commercializzazione più idonei».
La produzione dei Vivai Tempesta è divisa in due periodi distinti: autunno-inverno e primavera-estate. Per l’arco temporale autunno-invernale l’azienda terlizzese produce e commercializza il ciclamino, disponibile già da settembre, fino a gennaio e la poinsettia sino alla metà di dicembre. Invece per l’arco temporale primaverile-estivo offre una vasta scelta di piante da febbraio fino a giugno.
«Ciclamini e stelle di Natale li vendiamo con combinazioni diverse di colori e di diametro del vaso, a seconda della richiesta del mercato. Per il ciclamino, la pianta più venduta nel periodo autunno-invernale, realizziamo ogni anno un investimento di circa 40.000 piante coltivate in serra sia a terra sia sui bancali con irrigazione a microportata localizzata. In funzione delle dimensioni della pianta utilizziamo contenitori con diametri diversi: vasi di 8-10 cm di diametro per i ciclamini “mini”, di 11-13 cm di diametro per i “midi”, di 14-18 cm di diametro per i “normali” e da 19 cm in su per i “giganti”».
Il ciclamino
Il maggior flusso di vendita riguarda i ciclamini di medio-grandi dimensioni, sottolinea Tempesta. «In particolare il ciclamino vaso 16 è il più richiesto: circa 27.000 piante nel 2015 e quasi 24.500 piante nel 2016. Invece la quantità di ciclamini “giganti” (vaso 19) commercializzati è passata da sole 384 piante nel 2015 a 2.816 nel 2016. La forte competizione di alcuni Paesi stranieri sui ciclamini in vasi piccoli, più semplici e meno costosi da produrre, perché hanno un ciclo colturale più breve, ci ha indotto a investire maggiormente nelle tipologie di vaso medio-grande, dove la concorrenza estera è notevolmente più bassa».
La poinsettia
Per i Vivai Tempesta la poinsettia è il prodotto che ha registrato nell’intero 2016 il fatturato più alto rispetto alle altre specie commercializzate.
«L’articolo più venduto è il vaso 17 cm di diametro. Non mancano tuttavia esemplari di grandi dimensioni, seppure in misura limitata, e anche di piccole dimensioni, come il vaso 10,5 cm, in consistente aumento. Negli ultimi 10 anni il mutamento dello stile di vita, segnato da appartamenti di superfici ridotte e minor tempo trascorso in casa, e il peggioramento della condizione economico-sociale hanno provocato un notevole aumento della domanda di vasi medio-piccoli. Abbiamo reagito a tale cambiamento della domanda aumentando l’offerta delle poinsettie in questi vasi».
Mentre nel periodo autunno-invernale la produzione è limitata a due piante, ciclamini e poinsettie, seppure con numeri consistenti, in primavera-estate la disponibilità di piante è molto più ampia e varia.
«Infatti i Vivai Tempesta coltivano più di 70 specie di piante diverse, fra le quali spiccano, sia per quantità vendute sia per fatturato, la dipladenia o mandevilla (Mandevilla splendens), la lavanda selvatica (Lavandula stoechas), il garofano comune (Dianthus caryophyllus), il gelsomino di notte (Solanum jasminoides) e la bocca di leone comune (Antirrhinum majus). Nel 2016 la pianta fiorita più venduta è stata la dipladenia vaso 14 (circa 30.000 pezzi), seguita da lavanda vaso 14 (oltre 22.000 pezzi), garofano vaso 14 (poco più di 17.570 piante), lavanda vaso 17 (13.137), gelsomino di notte vaso 14 (11.774), bocca di leone vaso 14 (10.584), Osteospermum vaso 14 (9.920), vinca eretta vaso 14 (8.390) e potunia vaso 14 (8.199)».
I mercati
Un’offerta così ampia e diversificata di piante fiorite in vaso viene indirizzata dai Vivai Tempesta su più mercati. «Collochiamo il 70% della produzione sul mercato nazionale, soprattutto al Centro e al Nord Italia, il 20% sul mercato locale, transitando attraverso il mercato dei fiori di Terlizzi, dove l’azienda detiene un box per la vendita, e il 10 % sul mercato estero, in particolare in Montenegro e Albania. Negli ultimi anni l’Europa orientale ha alimentato una forte richiesta di piante mediterranee, come lavanda e fiore di cera (wax flower, Chamelaucium spp.), sia per la qualità nettamente superiore rispetto ad altre aree, sia per la precocità delle produzioni, dovuta all’areale particolarmente privilegiato sotto il profilo pedoclimatico per queste piante fiorite. A seconda dei mercati variano anche i clienti: ambulanti, chioschi e fioristi (dettaglio tradizionale), garden center e vivai (dettaglio specializzato) e grossisti. Per favorire la commercializzazione delle nostre piante sul territorio nazionale ci serviamo di un’apposita rete di rappresentanti di commercio. È così che i colori delle nostre piante fiorite in vaso abbelliscono le case di coloro che sanno apprezzarle».

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome