Pomodoro, la qualità al primo posto

pomodoro
Cassetta di Marinda pronta per i mercati.
L’Azienda Agricola Carmelo Dinatale, sita a Portopalo di Capo Passero (Sr) è specializzata nella produzione di pomodoro esclusivamente in serra

Il grado di specializzazione del pomodoro è molto più avanzato rispetto a qualsiasi altro ortaggio, la Sicilia detiene il record di produzione di pomodoro da mensa (dati FAO) ed è famosa in tutto il mondo per le sue produzioni extrastagionali dalla qualità eccellente.

L’Azienda Agricola Carmelo Dinatale, sita a Portopalo di Capo Passero (Sr), fino al 1977 si è dedicata alla produzione di frutta e ortaggi per poi specializzarsi con il pomodoro esclusivamente in serra.  Dalle serre rudimentali con struttura in legno realizzate dal padre di Carmelo, si è passati ai multitunnel con struttura in acciaio; per il maggior numero le serre siciliane sono caratterizzate da strutture semplici, benché ne esistano di tecnologicamente avanzate.

Il giovane imprenditore siciliano coltiva oltre 1.00 ha di pomodoro in coltura protetta, ma a differenza degli imprenditori delle zone limitrofe, ha deciso di non abbracciare il fuori suolo, in quanto secondo Dinatale le caratteristiche del prodotto sono date dall’interazione tra clima-acqua-suolo; benché nell’Isola circa il 30% della produzione di pomodoro è ottenuta fuori suolo, pratica consolidata per la solanacea ma che si sta espandendo anche per gli altri ortaggi.

L’azienda Dinatale nasce all’estremo sud-orientale della Sicilia in una peculiare zona geografica, in cui i terreni dispongono, direttamente nel sottosuolo, dell’acqua salmastra che, come noto da numerose evidenze scientifiche, è particolarmente adatta alle coltivazioni di pomodoro di alta qualità.

Il terreno sabbioso su cui sorge l’azienda ha un’ottima porosità e ciò garantisce un corretto accrescimento della pianta consentendo l’ancoraggio e lo sviluppo dell’apparato radicale. Terreno idoneo e corretta gestione della coltivazione garantiscono un prodotto di qualità.

E se la qualità è il primo parametro a cui un agricoltore punta, il secondo parametro è sicuramente la quantità. Per migliorare la resa, racconta Dinatale, è molto importante anche la scelta del giusto sistema di allevamento che è correlato alla durata del ciclo colturale nonché alla tipologia di struttura.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome